Home / Psicologia / Problemi alimentari / Mamma-Rexia: Mamme Anoressiche

Mamma-Rexia: Mamme Anoressiche

Oggi, sempre più donne lottano per riuscire a perdere peso dopo la gravidanza, ma a volte… anche prima di avere il bambino!

Tutto è iniziato quando si credeva che questa particolare “condizione”, ci desse il permesso per mangiare per due.

Poi tutto ha iniziato a cambiare e molte donne, specialmente dello spettacolo, solo un paio di settimane dopo la gravidanza, hanno subito iniziato a fare sport in maniera intensiva, per riuscire a perdere peso nel più breve tempo possibile e riuscire a calzare nuovamente i jeans taglia 40.

Ora invece la situazione sembra stia peggiorando sensibilmente, perché pare che molte neo mamme, non siano più disposte ad attendere la nascita del bambino, per allenarsi in palestra e mangiare come uccellini.

Questo è un problema sempre più in aumento, specialmente nelle giovani mamme, che si dimenticano che l’aumento di peso è una parte necessaria per far crescere il feto che cè dentro di loro.

E’ sempre più in aumento la domanda di programmi di allenamento per donne incinte, per cercare di mantenere la linea anche durante la gravidanza.

Tutto questo sembra abbastanza assurdo, perché una delle cose migliori della gravidanza, è appunto quella di avere il nulla osta per scegliere anche due dessert al ristorante! Perché non possiamo semplicemente goderci questo momento ed approfittare dell’unica volta nella vita in cui è giustificato un aumento di peso?

Perché? Perché queste donne hanno evidentemente un problema…

I disturbi alimentari sono una deviazione del comportamento alimentare, ma anche il troppo esercizio fisico lo è!

Non c’é cosa peggiore che vedere che il proprio bambino non si è sviluppato a correttamente, con problemi respiratori o infezioni, perché la madre non riusciva a decidersi a mangiare a sufficienza durante la gravidanza.

Se non ti piace l’idea di aumentare di peso durante la gravidanza, forse è bene che tu faccia un favore a te stessa ed al tuo futuro bambino e fare un po’ di terapia, prima di mettere al mondo una piccola creatura che ha solo voglia di scoprire la vita… non credi?

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.