Home / Dimagrire / Diete dimagranti / Come Funziona la Dieta Metabolica

Come Funziona la Dieta Metabolica

La dieta metabolica ideata dai Dott. Di Pasquale è una dieta dimagrante basata sulla rigida ripartizione di carboidrati, grassi e proteine per perder peso e ridurre al minimo l’adipe.

La dieta metabolica sostiene che per perdere peso e non riacquistarlo più, bisogna insegnare al corpo a bruciare i grassi e per farlo è necessario attuare uno spostamento metabolico che permetta di fruttare il grasso accumulato come principale fonte energetica, invece di usare solamente carboidrati.

Secondo la dieta Metabolica uno dei fattori più importanti per il successo della dieta è la quantità di carboidrati introdotti con l’alimentazione, meno carboidrati si mangiano, maggiore sarà il grasso attaccato e sciolto con una veloce perdita di peso.

Prima Fase o Periodo di Prova

La dieta metabolica inizia con un periodo di prova della durata massima di 4 settimane, che serve a trovare il punto di equilibrio metabolico.

Cos’è il punto di equilibrio metabolico?

E’ la quantità magica di carboidrati da assumere ogni giorno con la quale:

  • dimagrisci in modo intelligente perdendo grasso
  • conservi la massa muscolare magra essenziale per essere snella e soda
  • mantieni un’ottimale funzionamento fisico e  non avere scompensi fisici

Nel periodo di prova viene drasticamente ridotto l’apporto di carboidrati alternando due periodi:

  • un periodo di scarico (durata 12 giorni) dove mangi pochi carboidrati e molti grassi
  • un periodo di carico (durata 2 giorni) dove mangi molti carboidrati

L’alternanza carico scarico della fase di prova, che serve ad insegnare al corpo a bruciare i grassi come principale fonte energetica, si deve mangiare:

Fase di scarico (12gg):

  • 50-60% grassi
  • 30-50% proteine
  • 30 gr di carboidrati (quota minima)

Fase di carico (2gg):

  • 35-55% carboidrati
  • 25-40% grassi
  • 15-30% di proteine

Nella prima fase della dieta metabolica, si consiglia di iniziare con un’assunzione minima di carboidrati  a 30 grammi al giorno e monitorare la reazione del nostro fisico. In caso si noti la comparsa di effetti collaterali indesiderati per il ridotto apporto di carboidrati, come nausea, dolori muscolari, stanchezza ed affaticamento,  significa che la dose di carboidrati assunta non è sufficiente, quindi è possibile aumentare pian piano la dose di carboidrati, per arrivare a scoprire qual’è la quantità minima di carboidrati che puoi assumere per il benessere psico-fisico generale e per il buon funzionamento della dieta.

Seconda Fase

Una volta capita la dose di carboidrati minima necessaria all’organismo, dove il corpo è in grado di bruciare i grassi, si passa alla seconda fase della dieta Metabolica dove viene mantenuto un regine alimentare controllato per mantenere tale beneficio, formato da:

  • 5 giorni di scarico ( 50-60% grassi, 30-50% proteine, dose minima di carboidrati)
  • 2 giorni di scarico ( 35-55% carboidrati, 25-40% grassi, 15-30% di proteine)

Ora vediamo un esempio pratico di schema alimentare giornaliero con qualche esempio di menù metabolico: Dieta Metabolica colazione, pranzo e cena.

nutrizionista E se vuoi ricevere qualche consiglio dagli esperti della nutrizione, te lo diciamo noi! Contatta la Nutrizionista nel Forum

 

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.